Coronavirus: misure in vigore - Comune di Bertinoro

Notizie - Comune di Bertinoro

Coronavirus: misure in vigore

 

Certificazione verde COVID-19 

Per approfondimenti visita la agina dedicata sul sito della Regione Emilia Romagna ed il sito dedicato www.dgc.gov.it 

 

Cos'è:

È una Certificazione in formato digitale e stampabile, emessa dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute, che contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità, attesta una delle seguenti condizioni:

- aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale)

- essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore

- essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi

 

Come si ottiene:

 

Scaricandolo sul proprio smartphone da:
- sito web dedicato www.dgc.gov.it
- sito web del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale
- app Immuni

 

Richiedendolo:
- al medico di base
- al pediatra di libera scelta
- in farmacia.

 

 

FAQ governo sulle disposizioni delle aree (bianca, gialla, arancione, rossa)

 

AGGIORNAMENTO AL 6 AGOSTO

Dal 6 agosto 2021 è consentito in zona bianca l'accesso ai servizi di ristorazione al chiuso, a spettacoli aperti al pubblico ed eventi sportivi, musei, mostre, piscine, palestre, sport di squadra, sagre e fiere, centri termali, parchi divertimento, concorsi pubblici, sale gioco, centri sociali e culturali solo muniti di certificazione verde COVID-19.

Sul sito Certificazione Verde Covid - 19 maggiori informazioni su come funziona e come si ottiene.


Lo Stato di emergenza nazionale è prorogato al 31.12.2021

 

 

AGGIORNAMENTO AL 23 LUGLIO

Decreto Legge n. 105 del 23/07/2021 - Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attivita' sociali ed economiche. 

 

 

AGGIORNAMENTO AL 28 GIUGNO

Ordinanza Ministero della Salute del 22/06/2021 - dal 28 giugno 2021 nelle zone bianche cessa l'obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie negli spazi all'aperto, fatta eccezione per le situazioni in cui non può essere garantito il distanziamento interpersonale, per gli spazi all'aperto delle strutture sanitarie, in presenza di soggetti con alterata funzionalità del sistema immunitario.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 14 GIUGNO
L'ordinanza firmata dal Ministro della Salute l'11 giugno 2021 assegna l'Emilia-Romagna alla zona bianca da lunedì 14 giugno 2021

 

 

AGGIORNAMENTO AL 18 MAGGIO
Decreto-Legge 18 maggio 2021.

I limiti agli spostamenti per la zona gialla sono: fino al 6 giugno dalle 23.00 alle 05.00, dal 7 al 20 giugno dalle 24.00 alle 05.00 e dal 21 giugno cessano i limiti orari.

In zona bianca non si applicano i limiti orari agli spostamenti.

 

AGGIORNAMENTO AL 24 APRILE

Con ordinanza del Ministero della Salute del 24.04.2021, la Regione Emilia-Romagna è in zona GIALLA da lunedì 26 aprile.

Le misure in vigore si trovano nel D.L 52 del 22 aprile 2021

 

AGGIORNAMENTO AL 12 APRILE
Con ordinanza del Ministro della Salute del 09.04.2021, alla Regione Emilia-Romagna si applicano le restrizioni della zona arancione da lunedì 12 aprile

 

AGGIORNAMENTO AL 15 MARZO

Il decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30 prevede che dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, in tutte le zone gialle si applicano le disposizioni previste per le zone arancioni.
Il 3, 4 e 5 aprile 2021, su tutto il territorio nazionale (tranne che nelle zone bianche), si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse.

 

Zona rossa per tutta l’Emilia-Romagna a partire da lunedì 15 marzo e per un periodo di 15 giorni. E’ quanto prevede l’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia nazionale relativi all’andamento del contagio, ancora in forte rialzo.

 

AGGIORNAMENTO ALL'08 MARZO

Con l'Ordinanza n. 28 del 06 marzo viene istituita la zona rossa per i comuni delle province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini da lunedì 08 marzo a domenica 21 marzo 2021.

 

AGGIORNAMENTO AL 03 MARZO

Il 2 marzo 2021 il Presidente Mario Draghi ha firmato il nuovo Dpcm che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19. Il DPCM sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

 

AGGIORNAMENTO AL 01 MARZO

Ordinanza regionale n. 23 del 01 marzo 2021 dispone ulteriori misure valide dal 2 al 14 marzo nei Comuni dei distretti Cesena e Valle del Savio, Rubicone, Faenza, Lugo, Ravenna, Riccione e Rimini.

 

AGGIORNAMENTO AL 27 FEBBRAIO

Da martedì 2 marzo, e per due settimane, la zona arancione scuro verrà estesa a tutti i comuni della Ausl Romagna, esclusi quelli del distretto di Forlì, e quindi quelli delle province di Rimini e Ravenna e del cesenate.

In attesa della nuova ordinanza che lo prevede, a firma del presidente della Regione, analoga a quelle già approvate per la Città metropolitana di Bologna e l’Imolese.

 

AGGIORNAMENTO AL 23 FEBBRAIO

Decreto Legge n. 15 del 23/02/2021 - Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, in  vigore dal 24 febbraio 2021

 

AGGIORNAMENTO AL 22 FEBBRAIO

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri, n.2 -  Prosecuzione, fino al 27 marzo 2021, su tutto il territorio nazionale, del divieto di spostarsi tra diverse Regioni o Province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. Resta comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

 

AGGIORNAMENTO AL 19 FEBBRAIO

Ordinanza 19 febbraio 2021 -Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione

dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle Regioni Campania, Emilia Romagna e Molise. La nuova ordinanza che ricolloca l'Emilia-Romagna in fascia arancione a partire dal 21 febbraio 2021.

 

AGGIORNAMENTO AL 29 GENNAIO
Con ordinanza del Ministero della Salute del 29.01.2021, la Regione Emilia-Romagna è in zona GIALLA dal 1° febbraio.

 

AGGIORNAMENTO AL 18 GENNAIO

Decreto legge n. 2 del 14.01.2021
Proroga dello stato di emergenza al 30 aprile 2021

 

AGGIORNAMENTO ALL' 8 GENNAIO
Con decreto del Ministro della  Salute, la Regione Emilia-Romgna è in zona ARANCIONE. Misure in vigore fino al 15 gennaio

 

AGGIORNAMENTO AL 5 GENNAIO

Con decreto legge del 05.01.2021, n. 1
Dal 7 al 15 gennaio E' VIETATO ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni. È consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione. Nei giorni 9/01 e 10/01 applicazione, su tutto il territorio nazionale, delle misure previste per la “zona arancione”. 

 

AGGIORNAMENTO AL 19 DICEMBRE:

Con decreto legge del 18.12.2020, n. 172

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 E' VIETATO ogni spostamento tra regioni e da/per le province autonome di Bolzano e Trento, compresi quelli per raggiungere le seconde case fuori regione.

ZONA ROSSA
Nelle giornate del 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021:

CONSENTITI
- Gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità
- la visita ad amici o parenti (max 2 persone) dalle ore 5 alle ore 22. I figli minori di 14 anni, le persone con disabilità e conviventi non autosufficienti sono esclusi dal conteggio
- L’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva all’aperto ma solo in forma individuale

CHIUSI
Negozi - Centri estetici - Bar e Ristoranti. Consentiti asporto (fino alle ore 22) e consegne a domicilio (senza restrizioni)
 

ZONA ARANCIONE
Nelle giornate del 28, 29, 30 dicembre 2020, 4 gennaio 2021:

CONSENTITI
Gli spostamenti all’interno del proprio comune. Dai piccoli Comuni (fino a 5mila abitanti) ci si potrà spostare in un raggio di 30km senza poter andare nei Comuni capoluoghi di provincia
 
CHIUSI Bar e Ristoranti Consentiti asporto (fino alle ore 22) e consegne a domicilio (senza restrizioni)

APERTI Negozi fino alle ore 21

 

 

Covid19 - Metti in moto la salute: campagna della Regione Emilia-Romagna
video: Consigli sulla disinfezione dei mezzi privati di trasporto


 

AGGIORNAMENTO AL 5 DICEMBRE: Da domenica 6 dicembre la Regione Emilia-Romagna è in ZONA GIALLA.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 3 DICEMBRE:

Con il DPCM del 3 dicembre - allegati : Dal 21 dicembre al 6 gennaio è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni e nelle giornate del  25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato lo spostamento tra comuni salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero motivi di salute. E' comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altre Regioni e nelle giornate del  25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 anche ubicate in altro Comune.

 

AGGIORNAMENTO AL 27 NOVEMBRE:

Con ordinanza regionale n. 223 del 27/11/2020 sono rinnovate, con alcune modifiche, le misure già in vigore ai sensi dell'ordinanza n. 216/2020. Queste misure sono valide per l'intero territorio regionale dal 28 novembre al 3 dicembre.

 

AGGIORNAMENTO AL 20 NOVEMBRE:

Con ordinanza regionale n. 218 del 20/11/2020: nei giorni prefestivi e festivi si aggiunge la possibilità di vendita di prodotti per la cura e l’igiene della persona e per l’igiene della casa, degli articoli di cartoleria e cancelleria

 

AGGIORNAMENTO AL 14 NOVEMBRE:

Dal 15 novembre per 15 giorni, con ordinanza del Ministero della Salute, la Regione Emilia-Romagna è in zona ARANCIONE.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 12 NOVEMBRE:

Ordinanza Regionale: in vigore da sabato 14 novembre

Obbligo di mascherina sempre anche all'aperto. 

Nei giorni prefestivi e festivi chiuse le medie e grandi aree di vendita, compresi tutti i complessi commerciali, con l’aggiunta, nei festivi, dello stop ad ogni attività di vendita, anche gli esercizi di vicinato. 
Nei negozi ed esercizi di vendita una sola persona per nucleo familiare.

La consumazione di alimenti e bevande è sempre vietata in area pubblica o aperta al pubblico, mentre dalle 15 alle 18 la somministrazione e consumazione può avvenire solo da seduti fuori e dentro i locali, e in posti “regolarmente collocati”. 

La vendita con consegna a domicilio è invece sempre consentita e viene “fortemente raccomandata”.

Stop ai mercati in assenza di regole precise fissate dai Comuni.

L’attività sportiva e motoria dovrà avvenire preferibilmente nelle aree verdi e periferiche, e comunque non si potrà fare nei centri storici delle città e nelle aree affollate.
Infine, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado vengono sospese le lezioni di ginnastica, di canto e con strumenti a fiato, considerate a rischio elevato.

 

AGGIORNAMENTO AL 4 NOVEMBRE:

DPCM in vigore dal 06/11/2020 al 03/12/2020: la Regione Emilia-Romagna è in zona gialla.

 

 

Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna del 26/10/2020: didattica a distanza per le scuole superiori con rotazione  tra le classi o fra gli studenti all'interno della classe per non meno del 75% delle attività; test sierologici agli studenti dei percorsi di IeFP, al personale scolastico delle scuole, di ogni ordine e grado, e dei servizi educativi 0-3 anni, al personale deli enti di formazione professionale, oltre che ai nonni degli studenti che, pur non conviventi, partecipano all’accudimento degli stessi, ...

 

AGGIORNAMENTO AL 24 OTTOBRE 
DPCM in vigore dal 26/10/2020 al 24/11/2020 - ALLEGATO: chiusura alle ore 18,00 di ristoranti, bar, pizzerie, etc...sono consentiti la consegna a domicilio e l'asporto ma non la consumazione in loco, chiusura di palestre, piscine e centri termali, centri sociali e ricreativi; sospese le attività di cinema, teatri, parchi tematici, sale bingo, sospesi inoltre convegni e congressi ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza; vietate le sagre, le fiere ed eventi similari; d.a.d. per almeno il 75% delle lezioni nelle Scuole di Istruzione Superiore,...

 

Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna del 23/10/2020: sono consentiti i concorsi pubblici in presenza secondo le disposizioni previste dalla normativa anticovid.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 18 OTTOBRE

DPCM in vigore dal 19/10/2020 al 13/11/2020 - ALLEGATO -

testo coordinato del DPCM del  13 ottobre modificato dal DPCM del 18 ottobre

 

 

AGGIORNAMENTO AL 17 OTTOBRE

Ordinanza Regionale ER n. 195 del 17/10/2020: Le attività di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico e le attività di ristorazione di cui alla lettera ee) dell’art. 1, comma 6, del D.P.C.M. 13-10-2020, sono da considerarsi consentite solo dalle 06,00 alle ore 24,00 con consumo al tavolo e solo dalle ore 06,00 sino alle ore 21,00 in assenza di consumo al tavolo. La vendita per asporto di alimenti e bevande al pubblico e la ristorazione con asporto sono da considerarsi consentite senza limiti orari, ma è vietata la consumazione di tali prodotti sul posto o nelle adiacenze di dette attività dopo le ore 21,00 e fino alle 06,00 del giorno seguente.

 

AGGIORNAMENTO AL 13 OTTOBRE

DPCM del 13.10.2020 e allegati in vigore dal 14/10/2020 al 13/11/2020 - misure principali: obbligo di avere la mascherina sempre con sé, l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi al chiuso ed in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui sia consentito il rispetto del distanziamento sociale, vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto, le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose (es: matrimoni, battesimi, cresime, comunioni, etc.) possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti; nei locali quali bar, ristoranti, pasticcerie, etc... è consentita la somministrazione di alimenti e bevande fino alle ore 24,00 con servizio al tavolo e fino alle ore 21,00 in assenza di servizio al tavolo, etc... 

 

AGGIORNAMENTO ALL' 8 OTTOBRE

D.L. 7 ottobre 2020 n. 125 - Proroga  della  dichiarazione  dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 fino al 31 GENNAIO 2021, continuità operativa del sistema di  allerta  COVID, obbligo di avere sempre con sè  dispositivi  di  protezione delle  vie  respiratorie  con  possibilità  di  prevederne l'obbligatorietà dell'utilizzo nei luoghi al  chiuso  diversi  dalle abitazioni private e in tutti i luoghi  all'aperto.

Sono esclusi i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni e i soggetti con patologie  o  disabilità  incompatibili con l'uso della mascherina

 

AGGIORNAMENTO AL 7 SETTEMBRE

DPCM del 7 settembre: Proroga delle misure di contenimento Covid19 fino al 7 ottobre.  Allegato

 

AGGIORNAMENTO AL 17 AGOSTO

Il 16 agosto 2020 il Ministero della Salute ha pubblicato un'Ordinanza con la quale è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 di usare protezioni delle vie respiratorie anche all'aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale.

Sono sospese, all’aperto o al chiuso, le attività del ballo che abbiano luogo in discoteche, sale da ballo e locali assimilati destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 31 LUGLIO

Decreto Legge 83 del 30/07/2020 - Proroga stato di emergenza al 15/10/2020

 

Tutti i provvedimenti della Regione Emilia - Romagna (vai al sito)

 

 

AGGIORNAMENTO AL 4 LUGLIO

Con Ordinanza Regionale n. 137 del 03/07/2020 sono consentite le attività dei soggiorni di vacanza, dei servizi residenziali in strutture che ospitano una o più comunità di ragazzi tra i 3 e i 17 anni.
E' consentito l'utilizzo di automobili e altri mezzi di locomozione tra persone non conviventi limitatamente alla presenza di massimo due persone per la fila di sedili anteriore e per ciascuna delle file posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.
E' consentito negli esercizi commerciali, di ristorazione e di servizi nonché nei circoli ricreativi la messa a disposizione di quotidiani e periodici a favore dell’utenza per l’uso comune.
Inoltre negli esercizi commerciali nonché nei circoli ricreativi, sono consentite le attività ludiche che usano materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale e accurata sanificazione, quali ad es. le carte da gioco.

 

AGGIORNAMENTO AL 15 GIUGNO

Con Ordinanza Regionale n. 111 del 15.06.2020: a decorrere dal 22 giugno 2020, sono consentite le attività estive per i bambini di età inferiore ai 3 anni secondo le pagina 6 di 27 disposizioni dettate dal “Protocollo regionale per avvio di attività estive specificamente dedicate a bambine e bambini dai 9 ai 36 mesi di età”,

 

AGGIORNAMENTO AL 12 GIUGNO

Con Ordinanza Regionale n. 109 del 12.06.2020: dal 15 giugno 2020, sono consentite le attività delle sagre, delle manifestazioni fieristiche, delle cerimonie, delle sale giochi e delle aree giochi per bambini. Sono state adottate le “Indicazioni per l’accesso di visitatori ed operatori esterni alle strutture residenziali per anziani e disabili”. Dal 19 giugno sono consentite le attività delle discoteche.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 6 GIUGNO

Con Ordinanza Regionale n. 98 del 06.06.2020: dall'8 giugno sono consentite le attività di formazione in presenza. Dal 15 giugno sono consentite le attività dei cinema, dei circhi, degli spettacoli dal vivo e dei set cinematografici, i congressi, i convegni e gli eventi assimilabili.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 31 MAGGIO

Con Ordinanza Regionale n. 94 del 30.05.2020: dal 31 maggio è consentita l’attività dei centri termali e dei centri benessere secondo le diposizioni dettate dalle “Linee guida regionali per strutture termali e centri benessere” allegato n. 2.

 

AGGIORNAMENTO AL 21 MAGGIO

Con Ordinanza Regionale n. 84 del 21.05.2020:

Dal 23 maggio 2020, sono consentite le attività degli stabilimenti balneari, nel rispetto delle indicazioni tecniche e operative definite dallo specifico protocollo regionale. 

Sono adottati i protocolli per l’attività sportiva di base e l’attività motoria, vedi allegati n. 1 (palestre) e n. 2 (piscine) all'ordinanza reg. 84/2020.

 

 

MISURE IN VIGORE DAL 18 MAGGIO:

Non sono più in vigore le limitazioni di spostamento all'interno della stessa Regione, non serve più l'autocertificazione.

 

Fino al 2 giugno sono vietati gli spostamenti da una Regione all'altra, salvo per comprativi motivi di lavoro, salute e assoluta urgenza. Per questi movimenti vi è l'obbligo di autocertificazione.

FAQ Fase 2

DPCM 17.05.2020 

Decreto Legge del 16.05.2020

Con Ordinanza Regionale del 17.05.2020: obbligo dell'uso della mascherina nei locali aperti al pubblico e dove non sia possibile il distanziamento di almento 1 metro.

Dal 18 maggio sono consentite le attività di commercio al dettaglio in sede fissa, commercio su aree pubbliche (es. mercati, chioschi, etc..), le agenzie di servizi (es. agenzie viaggi, immobiliari, etc...), i servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali, che prevedono l’asporto e il consumo sul posto (ristoranti, bar, pub,etc..), i servizi alla persona (acconciature, estetica, tatoo e bodypiercing, etc...), le attività ricettive alberghiere (nel rispetto delle specifiche dei protocolli allegati all'Ordinanza Regionale)

Maggiori informazioni sul sito della Regione ER

 

 

CHIARIMENTI SULLE NUOVE DISPOSIZIONE DAL 7 MAGGIO

Una sintesi sulle principali novità a seguito delle Ordinanze Regionali del 30/04 e del 06/05.

 

 

AGGIORNAMENTO AL 6 MAGGIO

Ordinanza Regionale n. 75 dal 7 maggio spostamenti su tutto il territorio regionale (anche per raggiungimento seconde case, attività motoria e sportiva)

 

AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE

Ordinanza Regionale n. 74: dal 4 maggio obbligo dell'uso della mascherina in locali aperti al pubblico e luoghi all'aperto dove non sia possibile il distanziamento, ulteriori disposizioni per gli spostamenti in Regione (movimenti limitati alla Provincia per attività sportiva e motoria all'aperto, raggiungimento seconde case con rientro in giornata), spostamenti in Regione per raggiungere i congiunti, ripristino parziale del trasporto pubblico locale, sospese le visite agli ospiti delle strutture socio- sanitarie residenziali per persone non autosufficienti, etcc...

 

DPCM del 26 aprile: disposizioni dal 4 maggio al 18 maggio.

Ordinanza Regionale n. 70: dal 28 aprile è consentita da parte delle
strutture del sistema sanitario pubblico e privato l’erogazione di prestazioni anche programmabili e non urgenti.

Ordinanza Regionale n. 69: dal 27 aprile è consentito l'asporto su prenotazione di alimenti e bevande e il servizio di toelettatura per animali da compagnia su appuntamento.

Ordinanza Regionale n. 70: dal 29 aprile è consentito lo spostamento all'interno della stessa Provincia per la manutenzione delle imbarcazioni e dei veivoli di proprietà. Sono altresì consentite alle imprese edili le attività propedeutiche alla riapertura dei cantieri negli stabilimenti balneari, nelle strutture ricettive, negli stabilimenti termali, nei parchi tematici, nei pubblici esercizi ed esercizi commerciali.

 

AGGIORNAMENTO AL 10 APRILE

DPCM del 10 aprile: Proroga della misure fino al 3 maggio.

Si pubblica l'ulteriore ordinanza del Presidente della Regione ER per proroga dei provvedimenti regionali.
Sul sito della Regione FAQ su attività turistiche e commerciali.

 

AGGIORNAMENTO AL 4 APRILE

Si pubblicano l'ordinanza del 3 aprile a firma del Ministro della Salute di intesa con il Presidente della Regione Emilia-Romagna per la proroga dei provvedimenti fino al 13 aprile e ulteriore ordinanza del Presidente della Regione ER del 4 aprile.

 

AGGIORNAMENTO AL 1° APRILE

DPCM del 01/04/2020: Proroga delle misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19: le disposizioni contenute nei DPCM del 8, 9, 11 e 22 marzo 2020, nonché i provvedimenti successivi del Ministero della Salute e del Ministero dei Trasporti vengono prorogati fino al 13 aprile 2020.

Domande frequenti sul decreto #iorestoacasa

 

AGGIORNAMENTO 

Nuovo DCPM del 22 marzo con ulteriori restrizioni fino al 3 aprile: divieto di muoversi per le persone dal Comune in cui si trovano e sospensione delle attività produttive e industriali ad eccezione di quelle essenziali e di pubblica utilità.

 

AGGIORNAMENTO A SEGUITO DELL'ORDINANZA REGIONALE DEL 18.03.2020

Nuova ordinanza regionale: in tutta le Regione chiusi parchi e giardini pubblici, limitazioni per passeggiate e uso della bici, e regolamentazione di esercizi di somministrazione alimenti e bevande lungo la rete autostradale e su strade extraurbane principali.

 

 

AGGIORNAMENTO A SEGUITO DEL DPCM del 11.03.2020

Ulteriori restrizioni dal 12.03.2020 fino al 25.03.2020 (vedi allegato)

 

Entra in vigore martedì 10 marzo il DPCM del 09.03.2020 che estende le restrizioni a tutto il territorio nazionale fino a venerdì 3 aprile compreso, per contrastare la diffusione del Coronavirus.

 

LINK UTILI:

Vai al sito del Governo - Presidente del Consiglio dei Ministri
Qui le FAQ della Presidenza del Consiglio dei Ministri
Vai al sito del Ministero della Salute / sezione Coronavirus

Vai al sito della Regione Emilia-Romagna - Informativa in diverse lingue

 

 

Leggi i provvedimenti dell'Amministrazione Comunale
Ordinanza di chiusura cimiteri e di aree verdi, parchi, giardini e attrezzature ludiche (aree giochi per bambini) pubblici e presenti all'interno degli impianti sportivi comunali e privati (dal 16/03 al 03/04)
 

NUOVE MODALITA' DI ACCESSO AI SERVIZI COMUNALI a partire dal 10/03/2020

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (703 valutazioni)