La scuola primaria di Santa Maria Nuova Spallicci intitolata a Giuseppe Di Matteo - Comune di Bertinoro

Notizie - Comune di Bertinoro

La scuola primaria di Santa Maria Nuova Spallicci intitolata a Giuseppe Di Matteo

 
La scuola primaria di Santa Maria Nuova Spallicci intitolata a Giuseppe Di Matteo

La scuola primaria di Santa Maria Nuova Spallicci, parte dell'Istituto Comprensivo di Bertinoro, sarà intitolata a Giuseppe Di Matteo, ragazzo vittima di mafia. La cerimonia si svolgerà sabato 25 maggio alle ore 20 presso la scuola in via XXIV Ottobre.

 

Giuseppe Di Matteo, nato a Palermo il 19 gennaio 1981, fu rapito il pomeriggio del 23 novembre 1993, all’età di dodici anni, in un maneggio di Villabate (vicino a Palermo). Dopo 779 giorni di prigionia fu ucciso a San Giuseppe Jato e il suo corpo fu fatto sparire.

 

Dopo la cerimonia di intitolazione, alle 21, verrà messo in scena lo spettacolo teatrale "L'appello - i compagni di Giuseppe di Matteo" interpretato dai ragazzi delle classi quinte testo e regia di Denio Derni musiche del prof. Ivan Bratti e della prof.ssa Elisa Nanni. 

 

Durante tutto l’anno anno scolastico e  coinvolgendo tutti gli scolari, la Scuola ha realizzato un percorso sulla legalità intitolato “libera scuola”. Tutte le classi, dalle prime alle quinte, sono state coinvolte in un percorso didattico e di animazione alla lettura e teatrale, condotto da Denio Derni e coadiuvato dall’insegnante Roberta Godoli. 


In particolare le classi quinte si sono impegnate in un vero e proprio laboratorio teatrale per preparare lo spettacolo che mette in scena le storie tragiche di alcuni bambini vittime della mafia e dà voce alla lunga prigionia di Giuseppe di Matteo.
Preziosi la collaborazione dell’Associazione Libera, coordinamento della Provincia di Forlì - Cesena, e gli interventi a scuola dell’ ex ispettore della Dia Pippo Giordano che ha raccontato la sua esperienza di lotta alla mafia in Sicilia e in particolare le attività di indagine su caso Di Matteo. Una delle storie messe in scena il 25 maggio ne “L’appello” sarà quella della strage di Pizzolungo, dove persero la vita la mamma di Margherita Asta e i due fratellini Giuseppe e Salvatore, Margherita Asta , referente regionale dei parenti delle vittime di mafia, sarà presente il 22 maggio nella scuola di Santa Maria Nuova per assistere alle prove dei ragazzi e portare il proprio ricordo  e il suo messaggio di speranza e di perdono. 


 L’ingresso è gratuito.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)